Crea sito
La Terapia di Sebastian Fitzek

A cura di Silvia  (03/2013)
Voto: 


Porca §@#*% che libro!  Non dico che adesso la terapia serve a me, ma quasi!
Fitzek si fa davvero dar del "lei" con questo romanzo d'esordio incalzante e destabilizzante.

Ammetto di aver intuito buona parte dell'epilogo, ma solo perchè non ho mai dimenticato che quello che stavo leggendo era un thriller psicologico; in ogni caso la fine di ogni capitolo mi ha sempre spinto a leggere il sucessivo con un'avidità che non provavo da tempo. Con Fitzek si entra quasi in un circolo vizioso e interrompere il viaggio del protagonista, alla ricerca di una disperata verità, è semplicemente impossibile.

L'incubo inizia quando la piccola Josy di soli 12 anni scompare, gettando nel panico più completo il padre, Viktor Lorenz, un affermato psichiatra, e la moglie Isabelle. Mentre quest'ultima si getta nel lavoro per seppellire il dolore, Viktor non riesce a darsi pace e ricostruirà l'incredibile sequenza degli eventi, mattone dopo mattone, in un susseguirsi di colpi di scena mirati a nascondere una realtà che è a un passo da noi, ma grazie a un sapiente gioco di specchi ci è difficile vederla. 

Buona parte del romanzo è ambientato quattro anni dopo la disgrazia, Viktor si è temporaneamente ritirato a Parkum, un'isola del mare del Nord. Sta cercando un po' di pace, ma un giorno gli si presenta in casa una donna con la chiave dei suoi segreti. Anna sembra sapere cos'è successo alla piccola Josy, ma sa anche di essere malata e cerca in Viktor un aiuto: vuole che lui la prenda in cura e che ascolti la sua terribile storia. Tempo cinque giorni e il cerchio si chiuderà.
In un isolamento forzato causato da un'improvvisa tempesta, tra linee telefoniche che non funzionano, generatori di luce che saltano, tuoni e lampi che squarciano il buio, l'incubo ha inizio. Un incubo in cui si confondono menzogne e verità, perchè questo viaggio non sarà liberatorio, ma quanto di più opprimente, doloroso e folle possa esistere...

La Terapia è un livido sul cuore e una frattura nella mente. È un muro di incertezze, un gelido mare in cui annegare, un labirinto in cui perdersi e un salvagente a cui aggrapparsi.
L'autore è regista, sceneggiatore, scenografo.  Ma al di là dei ruoli che ricopre, l'autore è soprattutto intelligente e sa come tenere in pugno il lettore.
Nel 2006 questo romanzo si è conteso con Il Codice da Vinci il primo posto nelle classiche di vendite tedesche. Da che parte mi schiero è presto detto: secondo me Dan Brown è un autore furbo, Fitzek geniale, e io scelgo Fitzek tutta la vita

La verità è un puzzle con un numero di pezzi sconosciuto. Si scopre solo quando l'intero mosaico è stato composto.


Commenti (11)  
Share

Titolo originale
die therapie

Casa Editrice 
Elliot, 10/2010

Traduzione
C. Crivellaro

Genere
thriller psicologico

Pagine 254
Prezzo € 16,50




Casa Editrice 
Rizzoli, 07/2007

Traduzione
A Petrelli

Prezzo € 17,50