Crea sito
L'Amore Bugiardo di Gillian Flynn

A cura di Silvia  (01/2015)

Voto: 


Imperdibile romanzo sugli inganni del matrimonio e sulle menzogne che invece di separare tengono unita una coppia. Mi aspettavo un thriller, invece L'Amore Bugiardo è un vero e proprio noir, con un finale che ha dell'incredibile, che a molti non è piaciuto, ma che personalmente ho trovato tanto improbabile quanto d'effetto. Forse può sembrare quasi surreale, un gioco con troppi incastri, ma a volte, più una bugia è grande, più è credibile.

Nick e Amy sono uniti da un amore che li ha travolti e che in breve si è trasformato in una banale e monotona routine da srotolare come un tappetto sotto cui nascondere polvere e cocci. Sembrano una coppia perfetta, ma non lo sono, d'altronde... chi lo è?
Entrambi i personaggi hanno macchie, colpe e segreti, credono di poter tenere tutto archiviato come si deve, ma quando Amy scompare nel nulla, proprio il giorno del loro quinto anniversario di matrimonio, la loro vita finirà sotto i riflettori. I tappeti verranno sollevati, i cassetti svuotati, gli armadi ripuliti.
Nick, un uomo imperscrutabile, pragmatico, dotato di fin troppo autocontrollo e di un'espressione che non tradisce mai nulla, diventa il bersaglio preferito dei mass media. Quando una donna sparisce il marito è sempre colpevole, soprattutto agli occhi di una popolazione cresciuta davanti alla TV e con Internet. Il caso è chiuso prima ancora di essere aperto, servono solo le prove per incastrarlo e il gioco è fatto.
Il romanzo alterna la narrazione di Nick alle pagine del diario di Amy, pagine che fanno emergere la figura di una ragazza innamorata, devota al suo uomo, disposta a tutto pur di far funzionare le cose, ma Amy è anche una ragazza fragile, cresciuta all'ombra di due genitori perfetti che l'hanno mitizzata attraverso una serie di romanzi che li hanno resi famosi e di cui lei è l'immaginaria protagonista. Amy in realtà è un nodo di fili spinati, un groviglio di lana da cardare, una superficie grezza da levigare. Cerca sostegno, comprensione, amore, ma Nick spesso mostra solo indifferenza e frustrazione.

Era offesa che avessi pensato alla data del mio compleanno e non, per esempio, a quella del nostro anniversario: ancora una volta avevo scelto me anziché noi.
- Nick

Tutti pensano che la vita sia dura per i figli dei divorziati, ma anche i figli dei matrimoni incantati hanno i loro problemi.
- Amy


Pagina dopo pagina il passato viene sviscerato, il presente si fa incerto e il futuro sembra non promettere nulla di buono...
Cos'è stato di Amy non sarò certo io a dirvelo, chi è davvero Nick nemmeno, ma posso dirvi che L'Amore Bugiardo mi ha divertita?

Forse un romanzo di questo genere dovrebbe tenere con il fiato sospeso, e non dico che non l'abbia fatto, ma la verità è che prima di tutto mi ha DI-VER-TI-TA. Entrare nelle teste di Nick e Amy è stato allucinante, ti fa vedere le cose sotto una prospettiva diversa, ti fa capire che le persone possono cambiare pelle come i serpenti, vivere come camaleonti, per poi mostrare al momento opportuno un istinto predatorio impossibile da contenere. È un gioco delle parti e la Flynn è stata bravissima nello scrivere una storia d'amore e odio in cui non è importante di chi siano le colpe, ma è interessante scoprirne l'origine e le conseguenze. Sembra tutto un gioco, uno scherzo tragicamente macabro, un puzzle con allegato il manuale delle istruzioni.

Forse L'Amore Bugiardo è il più commerciale dei romanzi dell'autrice, forse può sembrare la classica americanata, ma io sono solita criticare quei titoli in cui si osa ma non troppo, in cui l'ipocrisia regna sovrana, in cui si tenta di non sfociare mai nel politically scorrect. La Flynn invece rompe gli equilibri narrativi e stilistici, crea una trama che può sembrare già letta, ma poi la manipola a suo comodo, così come plasma e deforma i personaggi, inermi marionette dalla psicologia destrutturata. Quindi... posso non farle un applauso? Proprio no. Anche due, forse tre, una standing ovation addirittura. L'Amore Bugiardo il romanzo giusto per quei lettori malati che cercano storie malate. Attenzione, non storie veritiere, ma storie che ti inchiodano alle pagine e ti infettano il sangue. 

Perché non si può essere innamorati come lo eravamo noi e non esserne contaminati fino al midollo: un amore così può perdere forza, ma non scompare. Come il cancro più dolce del mondo.




Film: L'Amore Bugiardo, gone girl
U.S.A, 2014
Durata: 149'
Genere: thriller
Regia: David Fincher
Cast: Ben Affleck, Rosamund Pike, Neil Patrick Harris.

Nota: la sceneggiatura è stata curata dalla stessa Gillian Flynn.






  Commenti (0) 

Share



Titolo originale
Gone Girl

Casa Editrice 
Rizzoli, 2013

Traduzione
F. Graziosi (Nick)
I. Zani (Amy)

Genere
thriller

Pagine 462