Crea sito
7 il Numero Maledetto di Barnabas Miller e Jordan Orlando

A cura di Silvia  (12/2013)

Voto: 


Una storia paranoica, cattiva, quasi ai confini della realtà, un misto tra Mean Girls, The Skeleton Key e So Cos'Hai Fatto. Un libro da cui mi aspettavo tutto, tranne quello che vi ho trovato: tensione, spiritualità, vendetta, in quella che inizia come la più atipica delle commedie e termina con un colpo di scena degno di un grande thriller. 

Mary Shayne si risveglia nuda nella vetrina di un negozio di arredamento e avvolta in una coperta fatta di ricordi sfumati e totali black out torna a casa pronta più che mai ad affrontare il giorno più bello dell'anno: quello del suo compleanno.
Disinteressata ai problemi famigliari, infastidita dalla depressione della madre, annoiata dalla sorella sempre intenta a studiare, per Mary quello che conta veramente è essere al centro del mondo. Lei è sempre vestita, pettinata e truccata in modo impeccabile, rigorosamente ritardataria come tutte le persone alla moda, e quella che emerge dalle pagine è una protagonista egoista, egocentrica, facilmente irritabile, capricciosa e incontentabile.
Alla domanda chi è la persona che odi di più? il nome di Mary sarebbe una risposta anche troppo scontata, eppure lei non se l'immagina nemmeno, persa nell'illusoria convinzione che tutti pendano dalle sue meravigliose labbra. Ma cosa si è disposti a fare per vendicarsi dell'indifferenza, delle prese in giro e dei tradimenti di una ragazza perennemente concentrata esclusivamente su se stessa?  

Un romanzo apparentemente superficiale che descrive la noiosa vita di un gruppo di adolescenti dalla gioventù bruciata tra abiti firmati, festini, vodka, tequila e droghe.
Amici che dell'amicizia non sanno nulla, fidanzati che ignorano cosa sia l'amore, sentimenti inconsistenti ed effimeri scambiati per affetti profondi. Parole che promettono "per tutta la vita" smentite nell'arco di ventiquattrore, sorrisi distribuiti come caramelle e pugnalate alle spalle inferte con la più totale disinvoltura.
Sono questi i ragazzi creati da Miller e Jordan, due autori che lavorando a quattro mani sono arrivati finalisti all'Edgar Alan Poe Awards - categoria miglior romanzo - con un libro scritto in modo semplice, a volte ridondante di particolari e status symbol, ma con un intreccio incredibilmente efficace in cui l'ancestrale dualismo "bene e male" viene messo costantemente in discussione fino al catartico finale.  

In un panorama di pubblicazioni che promettono novità, ma che a conti fatti non offrono niente di nuovo, "7 Il Numero Maledetto" è un ottimo pass-partout che vi aprirà le porte di una dimensione in cui il mistico e l'ascetico incontrano il thriller e l'horror. 

Nota: Un unico appunto. Non leggete la trama sul risvolto d copertina, la Casa Editrice ha avuto l'intelligenza di modificare quella originale ricca di spoiler, ma a mio avviso, se inizierete questo libro nella più totale ignoranza, la discesa all'inferno avrà tutto un altro sapore.

  Commenti (7) 

Share



Titolo originale

7 souls

Casa Editrice 
Newton Compton, 2012

Traduzione
Marco Ceragioli

Genere
thriller/horror

Pagine 320
Prezzo € 9,90