Crea sito
Un Piccolo Sogno di Susan Elizabeth Phillips

A cura di Silvia  (09/2013)
Voto: 


La nonna di Rachel, credeva in Dio, negli Stati Uniti d'America e nelle torte di mele fatte in casa. Io credo in Dio, nella connessione a Internet, nei panini alla Nutella e in Susan Elizabeth Phillips
Ci credo da sempre, e ormai ne ho la certezza: un suo libro non potrà mai deludermi.
Con Un Piccolo Sogno l'autrice si distacca per la prima volta dal mondo del football e dei Chicago Stars per raccontarci la storia di Gabriel Bonner, personaggio già intravisto in E se fosse lui quello giusto?, in quanto fratello di Cal e Ethan. Tra i tre Gabe è sicuramente l'uomo che la vita ha castigato maggiormente e per ovvi e comprensibili motivi è anche quello più protetto dalla sua famiglia che non manca mai di assecondare ogni sua scelta, anche la più sbagliata, pur di farlo felice. Ma da quando ha perso la moglie e il figlio in un tragico incidente Gabe non sa nemmeno più cosa sia la felicità, la vita è la sua peggiore nemica e la pistola che tiene nel cassetto vicino al letto un conforto a cui non riesce ad abbandonarsi.
Dopo essersi allontanato dalla sua città natale, come se dal dolore si potesse scappare, Gabe ritorna a Salvation e per tenersi occupato decide di ristrutturare un vecchio Drive In. Qui conosce Rachel, la vedova di un Predicatore che ha dissanguato il conto in banca dei fedeli del luogo promettendo miracoli e un posto in prima fila in Paradiso. Rachel è tutta ossa e dolore e nonostante abbia perso il rispetto della gente e si ritrovi con una manciata di dollari in tasca, non è più la ragazzina ingenua e sottomessa che pendeva dalle labbra del marito, ma una donna intenzionata a non abbassare mai più lo sguardo e a combattere le proprie battaglie da sola.
Tra Gabe e Rachel sono subito scintille. Ma che dico scintille, i loro scambi di battute sono dei veri giochi pirotecnici. Lei vuole un lavoro, lui vuole solo essere lasciato in pace, ma per una serie di imprevisti - chiamiamolo pure destino - si ritroverà a essere il suo angelo custode. Un angelo custode molto particolare, gentilmente rude, brutalmente sincero e perennemente scontroso.
Rachel però, nonostante conosca le sue ferite, non lo protegge dal dolore, ma lo aiuta ad affrontarlo, e poco alla volta, mattone dopo mattone, i due protagonisti riusciranno a costruire un qualcosa di molto simile a un rapporto di coppia. L'ultimo ostacolo però sarà il piccolo Edward, il bambino che Gabe continua a paragonare al figlio che ha perso e che non riesce ad accettare... 
A sostenere e sabotare questa unione ritroviamo Ethan, Cal, Jane e l'intera Salvation. 
Ethan, nonostante l'abito che indossa e la fede che lo sostiene, dovrebbe nutrire un minimo di comprensione umana verso Rachel, ma è molto più uomo che prete e queste due componenti entreranno spesso in conflitto, gettandolo nella più profonda confusione soprattutto quando Kristy, la sua segretaria invisibile (nata per essere invisibile) deciderà di appendere al chiodo le camicie accollate e le gonne sotto al ginocchio per sbattergli in faccia un notevole stacco di cosce e la curva delle sue tette. Che Dio ci aiuti...
Cal e Jane invece avranno un ruolo importante per lo sviluppo della storia. Cal si riconfermerà il bastardo che era nel precedente libro e agirà come al solito d'istinto (ti lovvo Cal), non per niente è un uomo programmato per attaccare e vincere, pertanto i ragionamenti più complessi preferisce lasciarli alla moglie. D'altro canto Jane, con il suo QI sopra la media, capirà quello che tutti hanno sotto il proprio naso ma non riescono a vedere (ah, che arduo compito essere donne :) 

Un Piccolo Sogno è un romanzo diverso rispetto ai precedenti, più intimista, profondo, delicato, la Phillips scava nel dolore e nel rimpianto di un uomo e di una donna che in modi diversi sono stati presi a schiaffi dalla vita e che sempre in modi diversi riusciranno a rimettersi in piedi. E questa volta non abbiamo a che fare solo con la nascita di un rapporto di coppia, ma anche con l'accettazione di dover far da padre a un bambino non proprio. Come in Un Fiore nella Polvere l'autrice si rivela bravissima a scrutare questa sfera, e anche se il lieto fine che ci regala è decisamente molto happy (mi riferisco alla ritrovata fede di Rachel che secondo me non era necessario sottolineare) sono sicura che vi scioglierete davanti alla storia d'amore della Vedova Corrotta e di Mr Cretino. 

Serie Chicago Stars

1. It Had to Be You (1994) - Il Gioco della Seduzione (2012)
2. Heaven Texas (1995) -  Heaven Texas, un posto nel tuo cuore (2012)
3. Nobody's Baby But Mine (1997) - E Se Fosse Lui Quello Giusto? (2013)
4. Dream a Little Dream (1998) - Un Piccolo Sogno (2013)
5. This Heart of Mine (2001) - Il Lago dei Desideri (2013)
6. Match Me If You Can (2005) - Lady Cupido (2014)
7. Natural Born Charmer (2007) - Seduttore dalla Nascita (2014)



Commenti (11)
Share

Titolo originale
dream a little dream

Casa Editrice 
Leggereditore, 08/2013

Genere
romance contemporaneo

Pagine 464
Prezzo € 12,00