Crea sito
Troppo Bello Per Essere Vero di Kristan Higgins

A cura di Silvia  (07/2012)
Voto: 

[contiene piccoli spoiler]


Adorabile. Non mi vengono in mente altri aggettivi per descrivere questo libro. Non ha niente di innovativo, ricama la solita storia romantica, prende spunto dalle innumerevoli commedie americane che il cinema ci ripropone a ripetizione, ma sapete una cosa? Io adoro le americanate romantiche! Ok, non è vero, a volte ci sputo sopra un po' di veleno, ma c'è film e film. E c'è libro e libro. Troppo Bello Per Essere Vero rientra nella categoria del chiken lit con una spruzzatina di romance, ed è proprio questa spruzzatina a renderlo delizioso e irresistibile. La protagonista è apparentenemente la solita sfigata piena di sfighe, va be' nemmeno troppo apparentemente. Grace è stata mollata dal fidanzato che si è poi messo con la sorella minore e i due piccioncini sono a un passo dalle nozze. Hanno una vita perfetta, la vita che spettava a lei, ma Grace non si piange addosso, anzi, detesta tutti quelli che la guardano con commiserazione.
Quindi s'inventa un fidanzato. Wyatt, un chirurgo pediatrico, sempre in viaggio per lavoro o in ospedale per turni estenuanti, ovviamente bello, gentile, perfetto insomma. Ed è felice di questa trovata, perchè adesso non è più la Grace abbandonata, cornuta, disperata e single, ma la Grace accoppiata con uno scapolo d'oro.
Poi arriva Callahan O'Shea (), il nuovo vicino di casa, ex galeotto, ma figo da paura, quindi anche se ha trascorso dietro le sbarre un tot di mesi... ma chi se ne frega. I primi approci non sono dei migliori. Grace gli dà una mazzata in testa, una rastrellata in faccia, il suo cane Angus lo attacca sistematicamente a piedi e caviglie, ma a volte anche una donna apparentemente tanto sbagliata potrebbe essere quella giusta. E anche un uomo che ha violato la legge potrebbe avere sani principi e sognare solo una moglie, dei bambini e un prato da tagliare nel fine settimana. Tra loro scatta un colpo di fulmine inconfessato, sugellato tempo dopo da un bacio e un "era ora". Finalmente "vissero tutti felici e contenti"? Macchè, ci sono ancora un po' di bugie da rivelare... e insomma, a volte le confessioni non sono poi tanto facili e Grace è bravissima a mentire, ma un po' meno a cospargersi il capo di cenere. Ma lo fa a fin di bene, per non turbare quella deliziosa e leggermente asfissiante famiglia che si ritrova. Insomma, lo fa per sopravvivere.
Un libro carinissimo in perfetto stile commedia, con equivoci, situazioni tragicomiche e  personaggi di contorno strampalati, ma di cuore. Da Julian, l'amico gay che fatica a fidarsi degli uomini, a nonna Memè, vecchia, sboccata, poco saggia, ma adorabile quanto un piranha col mal di denti. Dalla madre di Grace, affermata artista di sculture di emh... genitali e non solo (uteri & c. vanno per la maggiore), alla sorella Margaret in crisi coniugale, perchè il marito non vuole farlo sul tavolo di cucina. Dall'ex fidanzato Andrew, l'eterno indeciso, alla dolcissima Natalie, in perenne senso di colpa per aver rubato la felicità a Grace. 

Troppo Bello Per Essere Vero è semplice e divertente. Infonde buonumore e aumenta il livello di serotonina. Tra queste pagine non si nasconde nessuna verità assoluta e nemmeno una morale, però leggendolo capirete che nella vita il bicchiere va sempre visto mezzo pieno e mai mezzo vuoto. Che il lato positivo di aver toccato il fondo è che c'è solo margine per migliorare. E che se un uomo ti porta al cinema a vedere una retrospettiva di Via Col Vento, può essere solo quello giusto!
C'è chi tiene i Moment in borsa, le salviette rinfrescanti in macchina, le mentine per l'alito in tasca. Be' io voglio un altro libro di Kristan Higgins da tenere sul comodino... in caso di necessità!

Commenti (10) 
Share

Titolo originale
to good to be true

Casa Editrice 
Harlequin Mondadori, 2012

Genere
chick lit, romantico

Pagine 336
Prezzo € 9,90

Vota anche tu!