Crea sito
La Proposta di un Gentiluomo di Julia Quinn

A cura di Silvia  
Voto: 


Proprio come Cenerentola, Sophie, la protagonista de "La Proposta di un Gentiluomo", è orfana e costretta a servire la matrigna e le due sorellastre in tutto e per tutto.
Figlia bastarda del Conte di Penwood la ragazza, come tutte le giovani di vent'anni, sogna di poter vivere anche solo un'ora come in una favola e quando la governante (o dovrei dire fata madrina?) le dà la possibilità di andare a una festa in maschera, coglie l'occasione al volo.
È in mezzo allo sfavillio di mille luce, che Sophie riconosce il suo Principe Azzurro negli occhi di Benedict il secondo degli otto fratelli Bridgerton. E magicamente la cosa è anche reciproca.
Solo che Sophie sa bene che allo scoccare della mezzanotte tutto sarà finito e che di quella sera potrà solo conservare un unico, indimenticabile, ricordo.
Per questo motivo non si toglie la maschera e non rivela la sua vera identità. D'altronde potrebbe mai dire di essere solo una sguattera a uno degli scapoli più ambiti di Londra?
Ma Benedict non la pensa allo stesso modo ed è fermamente ostinato e deciso a ritrovarla.
Ha un indizio. Un suo guanto con le iniziali SLG.

Benedict è uno dei pochi, se non l'unico tra i fratelli Bridgerton, a essere trafitto dal colpo di fulmine. Appena conosce Sophie sente che quella donna è diversa dalle altre… e potrebbe addirittura essere quella giusta.
Sophie però sparisce nel buio della notte, con la convinzione che non lo potrà più rivedere, consapevole che tra loro non ci potrà essere nulla di più di una magica serata resa tale da una maschera e una bugia.
D'altronde una vita a lavare pavimenti e a lucidare scarpe non l'hanno certamente resa la solita protagonista ilare e scanzonata tipica della Quinn. Sophie ha un velo di malinconia che le lucida gli occhi, e la certezza che la sua vita non potrà essere accanto a Benedict.
Non manca comunque di esternare un bel "caratterino" che prende piede man mano che la storia procede... Quando lei e Benedict si rincontrano (dopo il ballo in maschera) Sophie si trova lacerata dal desiderio e al contempo dalla paura di essere riconosciuta, ma quando questo non avviene la delusione e la rabbia sono forti. Ed è proprio quando la collera supera la soglia di tolleranza che la ragazza dà il meglio si sè. Indimenticabile quando atterra Benedict con un pugno sul mento e in seguito la matrigna centrandole l'occhio sinistro. Queste due scene valgono da sole l'intero romanzo!
Ma veniamo a Benedict. Bel personaggio, non fascinoso e simpatico quanto Anthony a mio parere, ma con un suo "perché", come tutti i Bridgerton d'altronde.
Essendo il secondo dei fratelli sente il peso di non essere sempre riconosciuto come "Benedict", ma come uno dei tanti Bridgerton (c'è addirittura chi scommette su quale numero sia). È impulsivo, passionale e oltremodo testardo.
Per Sophie sarà davvero difficile, non tanto tenergli testa verbalmente, ma resistere ai suoi assalti, alle sue provocazioni e ai suoi sorrisi disarmanti.
Ci stiamo anche avvicinando alla soluzione, per svelare il mistero che avvolge l'identità di Lady Whistledown, ma se nei precedenti due romanzi si poteva brancolare un po' nel buio e sospettare di un paio di persone, qui c'è un indizio rivelatore… avete capito allora chi è la più temuta giornalista di cronaca rosa di tutta Londra?

Saga Bridgerton
1. The Duke And I - Il Duca e Io
2. The Viscount Who Loved Me - Il Visconte che mi Amava
3. An Offer From A Gentleman - La Proposta di Un Gentiluomo
4. Romancing Mr. Bridgerton - Un Uomo da Conquistare
5. To Sir Philip With Love - A Sir Phillip, con amore
6. When He was Wicked - Amare un Libertino
7. It's in his kiss - Tutto in un Bacio
8. On the Way to the Wedding -- Il Vero Amore Esiste

Commenti (0) 
Share


Titolo originale

The Offer from a Gentleman

Casa Editrice 
I Romanzi Mondadori n°650

Genere
romance storico

Pagine 300 ca