Crea sito
Indimenticabile di Mary Balogh 

A cura di Silvia  (2007)
Voto: 


C'è da dire che non sempre la Balogh riscontra i miei favori. In alcuni romanzi è troppo malinconica, in altri eccessivamente regency portando i protagonisti ad agire in modo forse consono per l'epoca, ma fastidioso, per il mio gusto, in altri ancora troppo fredda e distaccata. Con Indimenticabile invece riesce a bilanciare egregiamente ogni elemento, dando vita a una storia appassionante e coinvolgente, di quelle che inizi e devi assolutamente finire subito!
La cosa che ho maggiormente apprezzato è che l'autrice non segue la solita traccia spesso usata nel romance, in cui solo alla fine, l'amore trionfa e vince su tutto.
In questo caso infatti l'amore tra Lily e Neville è una costante, dalla prima all'ultima pagina. Ma è proprio perché spesso l'amore non basta che l'autrice ha scandagliato il mondo di entrambi i personaggi, l'ha messo a confronto e ne ha portato alla luce le varie problematiche.
Neville è ancora giovane e impulsivo quando, per un forte senso di ribellione, si arruola come ufficiale nel Novantacinquesimo Fucilieri. Dice momentaneamente addio alla possibilità di vivere una vita serena e agiata come futuro conte di Kilbourne e va in guerra. Qui conosce Lily, figlia del suo sergente, la quale, dall'alto dei suoi quattordici anni, vede in lui il perfetto eroe romantico. Con gli anni diventa il suo migliore amico e poi il suo amore, un amore corrisposto, ma destinato a finire nella tragedia.
I due, dopo l'improvvisa morte del padre di lei, si sposano subito, per poter garantire a Lily la giusta protezione di un uomo, ma il giorno seguente un proiettile la uccide e un altro ferisce alla testa Neville.
Dopo qualche anno, Neville, ormai ritornato in Inghilterra, si è rimpossessato della sua vecchia esistenza e si sta per sposare con Lauren, la cugina adottiva che l'ha sempre aspettato e che è stata istruita per diventare una perfetta contessa. La sua

contessa.

Il giorno delle nozze, mentre Lauren sta per attraversare la navata, ecco entrare in chiesa una ragazzina malvestita che interrompe la cerimonia e nei cui meravigliosi occhi Neville riconosce la moglie amata e perduta tanto tempo prima… evidentemente non morta.
A questo punto potrebbero sorgere in lui dubbi di ogni tipo, dettati dal cuore e dall'onore, ma Neville sa di non aver mai dimenticato Lily, e la presenta a tutti come la sua legittima consorte; nonostante non abbia modi avvezzi, ha un calore e una luce capace di conquistare subito e un sorriso difficile da non contraccambiare. Come non adorarla?
Eppure quella grande casa per lei è come una piccola e soffocante gabbia che giorno dopo giorno le toglie vitalità e allegria e per Neville è un dolore immenso vedere proprio lei, amica della natura, spirito libero e gioioso che allietava i cuori affranti dei soldati in Portogallo, spegnersi così, lentamente, e diventare poco alla volta parte della tappezzeria. Eppure le concede tutta la libertà che desidera, anche quella che non sarebbe consona al suo ruolo di contessa… ma sembra non bastare…

Lily è felice di aver ritrovato il marito, ma ben consapevole di non essere arrivata in un momento ideale. Vede in Lauren la moglie perfetta, tutto quello che lei mai sarà, e si strugge al pensiero che Neville, con lei, potrebbe essere più felice. E tutte quelle regole, la gente che la guarda dall'alto al basso, il non poter andare in giro per il paese a chiacchierare con la gente con cui si sente a proprio agio, il non poter andare in cucina ad aiutare i domestici. Lei non sa nulla di come si porta avanti una casa come quella, era solita vivere in una tenda, guardare il cielo e scoprire nella terra più desolata la bellezza e la forza incontrastata della natura. Pizzi, merletti, cappellini e corsetti, sono solo una gran scocciatura.
Il suo sentimento per Neville è nato tra la morte e la sofferenza, e lei ha desiderato averlo accanto senza mai sognare una casa tanto grande, immense ricchezze e domestici al seguito. Sognava solo lei e lui. Insieme. Lo ha conosciuto con i capelli rasati e la divisa sempre sgualcita e impolverata, senza una dimora fissa, il loro futuro era incerto, eppure tutto sembrava perfetto. Certo più perfetto di adesso.

Forse allora l'amore non basta?

Evidentemente no, perché Lily non potrà mai essere felice vicino a Neville, finché non avrà capito cosa fare della propria vita. Il suo dovrà essere un destino disegnato solo da lei, un cammino fatto in totale libertà. E Neville dovrà saper aspettare e poi ripartire da capo. Lily sa di avere accanto l'uomo più perfetto che possa esistere al mondo, quello col senso dell'onore più solido, ma non è sufficiente. Dopo un passato vissuto in guerra, e dopo i mesi di prigionia trascorsi coi partigiani è tempo di ritrovare se stessa.

Diciamo che in certi momenti questo percorso mi è sembrato un po' forzato, ma l'autrice non fa sparire la vecchia Lily sostituendola con un perfetto modello di comportamento, la raffina solo, la rende sicura di sé, costruisce un involucro forte e robusto intorno a una ragazza spaurita e sola ma dalla grande personalità.

Non voglio terminare con una frase trita del tipo "Leggetelo! Indimenticabile è un romanzo indimenticabile..." (ops! ormai l'ho detto!) ma colpisce per la grande umanità dei personaggi, persone comuni a loro modo speciali, con tutto il loro mondo di insicurezze e fragilità. Persone normali, in cui viene facile identificarsi e per cui è naturale provare simpatia.

E sempre da non perdere è il successivo della serie, dove la "perfetta" Lauren, troverà l'amore nel più scavezzacollo dei libertini londinesi... difficile da credere, bisogna solo leggerlo!

Prequel della serie "I Bedwyn"
1. One Night for Love - Indimenticabile
2. A Summer to Remember - Un'Estate da Ricordare

serie "I Bedwyn"
1 - Slightly Married - Sposa a metà
2 - Slightly Wicked - Incidente d'amore
3 - Slightly Scandalous - Una lady scandalosa
4 - Slightly Tempted - La tentatrice
5 - Slightly Sinful - Innamorarsi di un Lord
6 - Slightly Dangerous - Il duca di ghiaccio


Commenti (0)
Share


Titolo originale
one night for love

Casa Editrice 
Mondadori, 2000/2007
Collana I Romanzi n° 475

Genere
romance storico

Pagine  300 ca