Crea sito
Fateful di Claudia Gray 

A cura di Giada  (06/2012)
Voto:


La particolare ambientazione di questo libro unita al tema del sovrannaturale mi hanno incuriosito fin da subito. Non c'è dubbio che l'autrice abbia avuto un'idea geniale a usare come teatro per la sua storia una delle più grandi tragedie di tutti i tempi.
Il Titanic, si sa, ha sempre affascinato milioni di persone. Oggi sappiamo com'è veramente affondato il più grande trasatlantico mai costruito e conosciamo anche la storia di molti suoi passeggeri. Ma la vita di molti, semplici "comparse" che animavano i ponti di terza classe, rimarranno sempre un mistero.
Credo che l'autrice abbiamo voluto a modo suo farci conoscere un po' di quelle vite. La Gray infatti ha scelto come principali protagonisti della sua storia persone sconosciute, dai nomi comuni e dalle vite "normali", cercando di dargli un volto.
Protagonista della storia è Tess, cameriera di una nobile famiglia inglese ormai decaduta. Tessa è giovane, ma sin da piccola ha sempre fatto la cameriera. Quella è la sua vita, la sua realtà. Ma non è quello che lei desidera, che sogna. E anche lei, come tanti, vede nell'America la terra promessa, un luogo dove iniziare da capo e costruirsi una nuova vita.
Decisa a licenziarsi non appena toccheranno terra, Tess continua a fare il suo lavoro finchè due uomini irrompono nella sua vita. Si tratta di Alec e Mikhail due persone all'apparenza molto diverse, ma che sembrano condividere un segreto e forse anche più di quello.
Alec è forse il personaggio che più ho preferito, anche se la storia, raccontata dal punto di vista di Tess, non permette di conoscere i suoi pensieri più intimi e di vivere il tormento che lo dilania. È un vero peccato che la Gray non abbia optato per una doppia narrazione, forse il libro sarebbe risultato più completo. Il quadro di Alec che ne esce fuori è quello di un uomo profondamente legato al padre, deciso a combattere contro la sua stessa natura e trovare una via d'uscita da una vita diventata ormai un incubo.
L'incontro con Tess rappresenta per lui la nascita di una nuova speranza, la possibilità, forse, di poter avere una vita normale. Peccato però che il loro rapporto si sviluppi troppo in fretta, che l'amore sbocci in un attimo, senza che i due nemmeno si conoscano.
Già avevo notato la quasi totale mancanza di sentimenti spontanei in un altro libro della Gray, Evernight. Purtroppo non sono riuscita a percepire l'amore che lega i due protagonisti se non verso la fine del libro. È vero la storia deve svilupparsi in pochi giorni, ma ritengo che il pregio di un autore sia anche riuscire a trasmettere al lettore i sentimenti che animano i due protagonisti.
Tess invece la definirei la tipica cameriera. È una ragazza pratica e senza troppe ambizioni nella vita, che si trova suo malgrado coinvolta in un'avventura più grande di lei. Mi ha disturbato la sua serietà e forse un po' la sua "semplicità di pensiero". Il suo continuo pensare a ciò che è permesso e ciò che non lo è, alla distizioni sociali e alle apparenze l'ho trovato un po' pesante.
Nel corso della narrazione Tess cambia, osa ciò che non avrebbe mai pensato, anche se non perde occasione di rimarcare il fatto di appartenere alla classe inferiore e di non avere il diritto di mischiarsi ai nobili, alla prima classe.
Nonostante questo la sua evoluzione mi è piaciuta. Infatti, seppur rimandendo sempre la stessa ragazza semplice, Tess prende consapevolezza del suo vero valore. Soprattutto grazie ad Alec, che non la vede come una domestica, ma per ciò che è, una donna.
Mikhail è il classico cattivo, crede di essere un "dio in terra" e come tale, considera gli uomani degli esseri inferiori, la cui vita vale meno di niente. Niente da dire, cattivo lo è per davvero, ma allo stesso tempo è privo di personalità, di una psicologia più complessa che lo renda un personaggio affascinante. Lui è così e basta, il suo obbiettivo è quello di portare Alec dalla sua parte, assoggetandolo alla Confraternita, una società segreta di cui fa parte e che a quanto pare controlla il mondo intero.
E mentre Tess e Alec cercano di sfuggire alle macchinazioni di Mikhail e al contempo sperano di poter coronare la loro storia d'amore, il Titanic continua il suo viaggio fino al tragico schianto che segna la fine di ogni favola. Purtroppo viene dato poco risalto all'affondamento del Titanic, nonostante sia la parte che più è riuscita a commuovermi (ebbene... tra i morti ci sguazzo). Ma quella è un'altra storia, diversa da quella che voleva raccontare la Gray.
 

Commenti (1) 
Share


Titolo originale
fateful

Casa Editrice 
Mondadori, 2012

Genere
young adult, paranormale, romance

Pagine  312
Prezzo € 16,00