Crea sito
E Finalmente Ti Dirò Addio di Lauren Oliver

A cura di Giada  (11/2011)
Voto:


Sam non potrebbe desiderare altro dalla vita. È una delle ragazze più popolari della scuola, ha 3 amiche che adora, un ragazzo bellissimo che tutte le invidiano e una famiglia benestante. C'è solo un piccolo dettaglio, Sam è morta.
Mai si sarebbe aspettata che sua la vita potesse finire così, in un attimo. La morte non è come si aspettava, non le è passata davanti tutta la sua vita, ma solo un piccolo, insignificante episodio e poi il buio. Fino a quando non suona la sveglia e Sam si risveglia nella sua camera... il giorno della sua morte. E tutto inizia da capo.
La sorellina Izzy che va a svegliarla, Lindsay che l'aspetta in macchina per andare a scuola, il famoso Giorno dei Cupidi in cui si capisce quanto sei popolare in base al numero di rose ricevute, la festa a casa di Kant e poi ancora... l'incidente, lo schianto che la uccide... per la seconda volta. Ma questa volta Sam sa cosa l'aspetta. Sa che ad un certo punto la macchina su cui viaggiano lei e le sue amiche sbanderà e in un attimo finirà tutto. Solo che non sa come evitarlo. E finchè non capirà come porre fine a questa sequenza di eventi, continuerà a rivivere il suo ultimo giorno... all'infinito.
È strano come morire cambi il tuo modo di vedere le cose. Persone e avvenimenti che prima avresti ignorato, assumono una connotazione completamente diversa se guardati da un'altra prospettiva.
E Sam se ne rende conto molto presto. Comincia a rivalutare quella che considera la sua amica del cuore, Lindsay, e le persone che in passato ha snobbato, primi fra tutti Kant e Juliet.
Kant era il suo migliore amico ai tempi delle elementari, ma quando nella sua vita è entrata Lindsay, Sam ha abbandonato le sue vecchie amicizie nella sua scalata alla popolarità. Adesso però si rende conto che forse lui è l'unica persona che la conosce veramente, l'unico amico sincero che abbia mai avuto e che, nonostante tutto, continua a volerle bene.
Juliet invece è lo zimbello della scuola. Tutti la odiano, nessuno le si avvicina e ogni motivo è buono per prenderla in giro. Le più accanite sono proprio Sam e le sue amiche. Ma adesso che finalmente Sam ha aperto gli occhi, capisce che c'è qualcosa che le sfugge. Un segreto che riguarda Juliet e Lindsay che potrebbe spiegare l'accanimento dell'amica verso una ragazza che all'apparenza non le ha fatto niente di male.
Lindsay è forse il personaggio più reale di tutto il libro. Perfetta, piena di difetti, decisa, insicura, forte, fragile. La sua eccessiva sicurezza nasconde in realtà una personalità fragile che la rende molto più umana della stessa Sam. Nel corso del libro la sua maschera di forza si sgretolerà lasciando intravedere cosa si nasconde al di sotto. Anche se solo per poche ore, pochi attimi... poi la giornata finisce e tutto rinizia. E la maschera torna al suo posto.
Sam invece mi ha un po' deluso. Sa quasi subito di essere morta. Ne è certa nonostante tutto sia avvenuto in un attimo e comunque accetta il suo destino senza farsi troppe domande. Per quanto sia lodevole il fatto che non perda tempo a piangersi addosso, ma cerchi subito una soluzione, non riesco a capirla. È arrabbiata sì, ma le sue emozioni sono come soffocate dalla razionalità che pervade ogni sua azione. Non riesco a percepire fino in fondo la sua disperazione, l'angoscia che dovrebbe dilaniarti l'anima al pensiero di essere morta, di doverti separare da coloro che ami e soprattutto all'idea del dolore che lascerai dietro di te.
Ma se da una parte questi sentimenti sono sfuggenti, l'amore e l'amicizia ti travolgono con la loro forza e intensità. L'autrice descrive con maestria questi sentimenti che Sam riuscirà a scoprire veramente solo da morta. Forse il punto è proprio questo. La morte non è importante, la cosa che veramente conta è vivere una vita ricca, una vita che vale la pena di essere ricordata.


Commenti (2)
Share


Titolo originale

Before I Fall

Casa Editrice 
Piemme, 2010
Collana Freeway

Genere
young adult, paranormale

Prezzo € 18,00
Pagine 430