Crea sito
Chaos di Lauren Oliver

A cura di Silvia (03/2013)
Voto:  


[contiene spoiler su Delirium]

Io non so come sopravviverò a questa serie, giuro... dopo Delirium mi sono ritrovata a raccogliere i pezzi del mio cuore e adesso sono punto e daccapo, solo che sto raccogliendo i granelli, la polvere, gli avanzi insomma! 
Il problema è che adoro la Oliver e la sua prosa incisiva, incalzante, ma anche poetica, toccante, capace di devastarmi riga dopo riga. E come ho amato la Lena del primo romanzo, una ragazza di 18 anni che nell'arco di un'estate prende consapevolezza dell'orrore che la circonda e si ribella, ho amato allo stesso modo la nuova Lena. Quella che ha lasciato la sua vecchia vita al di là di un muro di fuoco e di fiamme insieme ad Alex, il ragazzo che le ha fatto scoprire l'amore, la sua ragione per tutto, il suo perchè, la sua verità... il suo delirium
Per Lena le Terre Selvagge sono un mondo capovolto, tutto le è estraneo, ma allo stesso tempo tutto la fortifica. Lena lotta, combatte, corre. E non piange.
Entra a far parte della Resistenza decisa a ribaltare un mondo senza felicità, un mondo privo di amore che non ha senso di esistere, ma durante una manifestazione promossa dall'ALD (America Libera dal Delirium) viene catturata da un gruppo di rivoltosi insieme a Julian.
Julian è un non curato, un ragazzo che aspetta di essere operato per mettere finalmente a tacere i suoi mostri interiori, gli incubi che l'accompagnano di notte e i pensieri che non dovrebbero appartenergli di giorno.
Lena sarà per Julian quello che Alex è stato per lei, luce, aria, acqua... e io ho odiato ogni loro momento insieme. Ho detestato gli occhi color tempesta di Julian, la sua dolcezza, le sue fragilità, il suo non essere Alex. Poi ho capito. Quando Lena spiega che essere completamente liberi significa anche essere completamente soli, ho giustificato il bisogno primordiale che la spinge verso un ragazzo che è un po' il suo specchio. Lo specchio della vecchia Lena. Ma io non dimentico e non credo possa farlo nemmeno lei, perchè se c'è una nuova Lena, se adesso c'è una giovane donna capace di ridere, di amare, e anche di mentire, è solo perchè prima c'è stato Alex, e questo niente e nessuno potrà cambiarlo. 

Trovo questa serie incredibilmente toccante, piena di azione e passione; il mondo distopico della Oliver è come un eco, una scheggia, un reticolo di emozioni che imprigiona il lettore. Il delirium dilaga, le cose stanno iniziando a cambiare, il mondo non sembra più sotto controllo come un tempo. Qualcosa si è acceso, la speranza si sta facendo strada nei cuori di tutte quelle persone che vogliono soverchiare il sistema e cambiarlo. Un bacio non può essere vietato. Un abbraccio non può essere illegale. Amare non può uccidere.

Chaos è un grido, uno strappo, un'esplosione. Ti lacera, ti fa male... eppure non puoi farne a meno.
Conservo fiduciosa le 5 stelline per Requiem nella speranza che la Oliver abbia pietà dei suoi lettori. 


Trilogia
1. Delirium - Delirium (2011)
1.5. Hana (spin-off) - Il Veleno sulle Labbra 
2. Pandemonium - Chaos (2013)
3. Requiem - Requiem (2014)

Commenti (25)
Share

Titolo originale
Chaos 

Casa Editrice 
Piemme, 2013

Traduzione
F. Flore

Genere:
young adult, distopico, romance

Pagine 317
Prezzo € 17,00