Crea sito
Blood Magic di Tessa Gratton

A cura di Silvia  (06/2012)
Voto:


Blood Magic non era assolutamente tra le mie letture programmate, ma mi sono ritrovata a sfogliarlo per curiosità... e come spesso capita quando sono i libri a sceglierti, non l'ho più abbandonato.
Tempo fa dissi qualcosa come "Ho voglia di un romanzo da 5 stelle, del romanzone!", ecco, forse non sarà questo il caso, ma sono stata assolutamente rapita dalla scrittura di Tessa Gratton da sorvolare anche su quei difetti che solitamente mi fanno storcere il naso. E per due giorni sono stata vittima indifesa del souther gothic, questo genere che ti trasporta in solitari paesini dimenticati da Dio, ti fa vagare per cimiteri abitati solo da inquietanti corvi e ti fa conoscere il fascino oscuro del mondo dell'occulto. 
Drusilla, detta Silla, scopre la magia nel momento più tragico della sua vita, poco dopo l'omicidio/suicidio dei suoi genitori. In mezzo a tanto dolore e incredulità, il libro degli incantesimi mandatole dal Diacono è l'unica cosa che riesca a farla sentire di nuovo viva. Oltre a Nick ovviamente, il ragazzo appena trasferitosi, che gli piace a tal punto da rivelargli immediatamente il suo "magico" segreto. Potrei sottolineare un po' troppo in fretta, ma tutta la loro storia è così spontanea, naturale e vera che ho preferito godermela in modo del tutto irrazionale, facendomela scorrere davanti come un film. Un film cupo, misterioso, romantico e maledetto.
Incredibilmente affascinante e suggestivo.

E poi devo dirlo: finalmente un libro young adult che non si legge coi paraocchi! Perdonatemi, ma è la sensazione che spesso mi trasmette la narrazione in prima persona al presente, come se mancasse qualcosa, come se vedessi tutto attraverso un cannocchiale, senza però potermi girare. Qui invece abbiamo il doppio "io" narrante dei due protagonisti, alternato alle pagine del diario di una strega nata a fine '800, il cui destino si ripercuoterà sul presente di Silla e Nick, con effetti e conseguenze devastanti.  
Silla, nonostante il potere del sangue le scorra nelle vene, è una ragazza normalissima che sa di non poter avere una vita normale, ma ci prova, indossa delle maschere a seconda delle persone che incontra, dei posti che frequenta, e solo con Nick si sente libera di mettersi a nudo. Lui, cresciuto con una madre distruttiva e autolesionista, una matrigna insopportabile, e un padre così pacatamente tranquillo da sembrare freddo e distaccato, la fa sentire in pace col mondo. 
Il destino li ha uniti, il dolore fa parte del loro bagaglio, ma Nick, grazie a lei, riesce finalmente a disseppellire i fantasmi del passato e a riscoprire quella magia che aveva già fatto parte della sua infanzia, ma che aveva fortemente odiato, rinnegato e rimosso.
L'autrice costruisce due piani sequenza che si alternano tra presente e passato, riempe la storia di incantesimi, sangue, rituali magici, scene horror e splatter e lo fa così bene da farti respirare l'odore dello zolfo e di qualsiasi altra diabolica pozione. Lo fa così bene che senti il dolore che prova Silla ogni volta che si taglia, riesci a percepire quella calda eccitazione che la riempe quando l'incantesimo si compie, e la paura, incontrollabile e ossessiva, che quello che si nasconde dietro alla morte dei suoi genitori sia un peso troppo grande da sopportare. In breve il mistero diventerà così fitto e opprimente, da portare la stessa Silla a sospettare di tutti. L'aria si farà soffocante, irrespirabile, in cerchio si stringerà... sempre di più... e la verità sarà svelata... Tutto succederà in un turbinio di azione al limite del cardiopalma, perchè Blood Magic di bello ha che pur essendo un young adult, non si nasconde dietro alle censure fittizie di un genere, e sa essere forte, diretto, drammatico, intenso.
E anche se lo ammetto, alcune cose si sono rivelate prevedibili, non sono mai riuscita a staccarmi dalle pagine. E nonostante i comportamenti di alcuni personaggi (vedi la nonna o la matrigna) a volte risultassero un po' forzati, li ho accettati e compresi comunque. Insomma qualche difetto l'ho notato, ma mentre leggevo sorvolavo, non me ne fregava niente, mi perdevo nelle parole, nella storia, nella magia. Com'è possibile? Non ne ho idea... che Tessa Gratton sia una strega?

The Blood Journals (ogni storia è autoconclusiva)

1. Blood Magic, 2011 - Blood Magic
2. The Blood Keeper, previsto per il 2012
 
Commenti (7)
Share


Titolo originale

blood magic

Casa Editrice 
Piemme, 2012
collana Freeway

Genere
young adult, gotico

Prezzo € 16,00
Pagine 419