Crea sito
La Principessa Sposa di William Goldman

A cura di Silvia  (10/2014)
Voto:  


Non ha senso perdersi in inutili giri di parole, questa recensione deve partire andando dritto al punto, e il punto è che La Principessa Sposa è il romanzo più geniale, irriverente, divertente, sconsiderato e appassionante che abbia mai letto.
Racchiude in sé talmente tanti generi, talmente tanti piani di lettura, ed è così innovativo e moderno, che nonostante abbia poco più di quarant'anni lo si può considerare già un classico.
Goldman ha costruito questo suo romanzo (l'unico tra l'altro, perché lui è principalmente uno sceneggiatore) su una serie di stereotipi che enfatizza e deride, sui cliché delle fiabe dei fratelli Grimm e di Perrault, sui romanzi cappa e spada e i cicli epici in cui si narrano grandi gesta, e poi ha coeso il tutto con una vena di spiccata, irresistibile e cinica ironia che è anche alla base del leitmotiv dell'opera.
Quindi, se conoscete a grandi linee la storia, non crediate di trovarvi davanti alla classica favoletta d'amore che vede protagonista una bellissima principessa (in questo caso un po' stupida) e un'aitante eroe (in questo caso davvero aitante) che pur di stare insieme sono disposti a superare mille peripezie. No. Perché anche qui interviene Goldman a ricordarci che la vita non è mai giusta... è appena un filo più decente della morte, tutto qui. 

Attraverso lo schema narrativo del metaromanzo l'autore ci presenta se stesso, un padre di famiglia che vorrebbe regalare al figlio di dieci anni una copia de La Principessa Sposa di Morgenstern (autore fittizio), con la speranza che la magia possa ripetersi. Anni prima, quando una brutta polmonite l'aveva costretto a letto per giorni, era stato suo padre e leggerglielo e ancora oggi ricorda le immagini che quelle parole avevano evocato e i terribili batticuori che l'avevano scosso. Ma più di ogni cosa vorrebbe condividere qualcosa con quel bambino, grasso, noioso e perennemente incollato ai videogiochi che sembra non sapere cosa sia la fantasia e a cosa potrebbe servire.
Solo che quando inizia a leggere si accorge che suo padre aveva alleggerito il libro di tutte le parti più noiose e ininfluenti e così decide di riscriverlo per poterlo rendere gradevole e adatto a qualsiasi età.
È attraverso la nuova stesura del libro di Morgenstern che ha inizio la favola del garzone che s'innamora della sua giovane e superba padrona e di lei che improvvisamente, trafitta da una fitta di gelosia, capisce di ricambiarlo. Ma Westley deve partire per fare fortuna - questo fa un uomo per la sua donzella! - e a lei non resta che aspettare il suo ritorno. Seguiranno la presunta morte di lui, il fidanzamento di lei con uno spocchioso principe, un rapimento e poi duelli, intrighi, inseguimenti, salvataggi, spade, veleni, maschere, cazzotti e baci. Il tutto arricchito dalle intrusioni rigorosamente in corsivo e quindi subito riconoscibili di Goldman (così - come suggerisce lui - se non avete voglia di leggerle potete saltarle!) che argomenta, riassume, fa dell'ironia e ci regala anche qualche piccola chicca autobiografica.
La Principessa Sposa è una storia nella storia che vede contrapposta la realtà - grigia, triste e non sempre gratificante - con la fantasia e le mille sfaccettature dell'immaginazione.
Fidatevi quando vi dico che un libro così non l'avete mai letto. E fidatevi se vi dico che non dimenticherete mai i personaggi che incontrerete. Dalla bellissima e ottusa Buttercup, all'intrepido Westley che da semplice garzone si trasformerà nel più eroico degli eroi. 

- Ho vissuto la mia vita con la sola speranza che un bel mattino, all'improvviso, tu potessi guardare nella mia direzione. Non ricordo un momento negli ultimi anni in cui la tua vista non spedisse il mio cuore a sbattere contro il costato. Non c'è stata alba in cui la tua immagine non abbia accarezzato il mio risveglio... Incominci a capire, o vuoi che continui?
- Non fermarti mai. 
(Westley e Buttercup)

Dal perfido Humperdinck che ha a disposizione qualsiasi mezzo per ottenere ciò che vuole, al misterioso uomo con sei dita.

- Hai due possibilità: sposarmi e diventare la donna più ricca e più potente nel raggio di mille miglia, regalare tacchini per Natale e darmi un figlio, o morire tra strazi e tormenti in un futuro molto prossimo. A te la scelta.
- Non ti amerò mai.
- Non saprei che farmene del tuo amore.
- Va bene, allora sposiamoci.
(Humperdinck e Buttercup)

Da Inigo, il più abile spadaccino del mondo affamato di vendetta, al gigante Fezzik impossibilitato dall'usare la sua smisurata forza, perché totalmente incapace di prendere una decisione da solo.

- Siamo nel bel mezzo di un'avventura, Fezzik, e la maggior parte della gente vive e muore senza avere la nostra fortuna.
(Inigo)

Tra battute epiche e ambientazioni suggestive (non dimenticherete nemmeno la Palude di Fuoco, il Dirupo della Follia e lo Zoo della Morte)  prende vita la favola per eccellenza, quella fiaba capace di mettere d'accordo tutti i generi letterari e tutti i lettori del mondo. Fa miracoli questo Goldman, in tutti i sensi. E poteva essere altrimenti? Insomma lui è il Goldman de La Fabbrica delle Mogli, de Il Maratoneta, è il premio Oscar per Butch Cassidy e Tutti Gli Uomini del Presidente. Ma sappiatelo, qui vi aspetta un Goldman totalmente nuovo e del tutto inaspettato che usa una storia apparentemente leggera  come metafora del mondo di ieri e di oggi. Un mondo che fondamentalmente non è mai cambiato e mai cambierà. 
Tra queste pagine c'è satira, c'è parodia, c'è verità. Ma c'è anche la classica favola a cui nessuno sa resistere, indipendentemente dall'età, e io sono sicura che ve ne innamorerete, perché per non amarla bisogna aver perso il bambino che è in ognuno di noi. In questo caso lasciate che ve lo dica: non avete più speranze... ma forse la Principessa Sposa potrà ancora salvarvi.


Film: La Storia Fantastica
U.S.A, 1987
Durata: 94'
Genere: fantastico
Regia: Rob Reiner
Cast: Cary Elwes, Robin Wright Penn, Mandy Patinkin, Chris Sarandon, Christopher Guest, Wallace Shawn, André the Giant, Peter Falk.

Curiosità:
Il film è sceneggiato da William Goldman, l'autore del romanzo.




Commenti (14)
Share


Titolo originale
the princess bride

Casa Editrice 
Marcos y Marcos

Genere
narrativa, fantastico, avventura

Pagine  329
Prezzo € 17,00