Crea sito
Fiori Senza Sole di Virginia Andrews

A cura di Silvia  (03/2014)
Voto: 


Tra le autrici tanto care a Stephen King viene spesso ricordata Viriginia Andrews nota per lunghe saghe familiari in cui i rapporti tra i protagonisti sono spesso caratterizzati da sentimenti contrastanti e portati all'esasperazione.
Non so se la serie Dollanganger sia la sua opera più famosa, ma di sicuro è quella più forte e controversa dal momento che racconta, attraverso anni di violenza psicologica oltre che fisica, la nascita dell'amore tra Christopher e Cathy, fratello e sorella, che si ritrovano a crescere rinchiusi in una soffitta, tenuti sotto chiave dalle uniche persone che avrebbero dovuto amarli incondizionatamente...

Nati in una casa traboccante d'amore con una madre quasi perfetta e un padre sempre pronto a ricoprirli di affetto, quando quest'ultimo muore si trasferiscono a casa dei nonni i quali, fino a poco tempo prima, non sapevano nemmeno della loro esistenza. Ora, nel nome di un'eredità che darà loro un futuro certo devono restare nascosti, devono fingere di non esistere, almeno finché la madre non si sarà fatta reinserire nel testamento. A sentire lei è solo questione di giorni.
Passeranno tre anni, quattro mesi e sedici giorni... 

Non mi rendevo conto che le streghe dell'era moderna potevano sventolare il denaro per creare incantesimi.


Nonostante uno stile non sempre impeccabile e una costruzione narrativa che denota ancora una certa inesperienza Fiori Senza Sole crea un'insana dipendenza.
Protagonista indiscusso di questa storia è l'amore negato, strappato e svilito. 
Cathy e  Chris, insieme ai gemelli Cory e Carrie, si ritrovano a vivere come topi in soffitta sotto il giogo della nonna, una donna rigida e senza un briciolo di umanità, capace solo di predicare la parola del Signore e agitare il frustino; come unica speranza la loro impeccabile madre che invece di salvarli... sembra improvvisamente essersi dimenticata di loro...
Senza sole e senza luce Chris e Cathy riempono la loro prigione di fiori di stoffa e alberi di cartone, e crescono qui, in un giardino fittizio che non profuma e che non muta con il trascorrere delle stagioni, mentre loro, senza nemmeno rendersene conto, si ritrovano improvvisamente adulti senza aver potuto conoscere l'adolescenza.
Chris e Cathy curano i gemelli, raccontano loro le favole della buonanotte, li abbracciano quando hanno paura e li consolano quando piangono. Per loro si tolgono il cibo dalla bocca e soffrono nel vedere come la vita li passi accanto senza sfiorarli, come se il tempo stesse ristagnando nei loro giovani occhi. In breve tempo si trasformano in genitori putativi travolti dall'amore per i loro fratelli, in due ragazzi oppressi dal peso della responsibilità, e in uno uomo e una donna confusi per il bisogno che poco alla volta si fa strada in loro. Un bisogno che purtroppo nessuna preghiera potrà mai reprimere.

Forse anche lui vedeva me come io vedevo lui, più grande della vita stessa, più dolce dei sogni. Lentamente chinò la testa sopra il mio viso e mi baciò sulla bocca, come a suggellare la sua promessa nel più solenne dei modi. Strano bacio fu quello. Provai la sensazione di precipitare giù giù, sempre più giù, pur essendo già sdraiata sul letto.

 
Fiori Senza Sole è senza dubbio un libro perverso e malato permeato da forti tinte gotiche e atmosfere claustrofobiche in cui è facile perdere il contatto con la realtà e non percepire il punto esatto in cui finisce il bene e inizia il male, ma credetemi quando vi dico che quello che solitamente viene visto come peccato vi sembrerà invece l'unica cosa giusta in mezzo a tanto orrore. L'autrice infatti ribalta tutti i canoni della morale comune e lo fa con una naturalezza disarmante, come se le regole dettate dalla società non fossero mai state scritte. Come se le stesse leggi della natura non avessero senso di esistere, perché... può la donna che ti ha messo al mondo tradirti nel modo più crudele possibile? Può la carne della tua carne vedere nei tuoi occhi la colpa e il peccato dei tuoi genitori e punirti per questo? Può tuo fratello trasformarsi in un cavaliere dall'armatura scintillante e salvarti dal buio? Sì. Sì. E sì. 
Quindi se volete esplorare luoghi in cui da soli non vi addentrereste mai, prendete in mano un romanzo di Virginia Andrews e scoprirete cosa si nasconde nella metà oscura dell'essere umano. Perché tutti ne abbiamo una, e tutti i giorni lottiamo inconsapevolmente per sconfiggerla.

Serie Dollanganger
1. Flowers in the attic - Fiori senza sole
2. Petals on the wind - Petali di tenebra
3. If there be thorns
4. Seed of Yesterday
5. (prequel) Garden of shadows

Commenti (12)
Share


Titolo originale
flowers in the attic

Casa Editrice 
Sonzogno
(fuori stampa)

Genere
narrativa, drammatico;
saga familiare, gotico, horror, thriller

Pagine 385




Trailer film 2014



Trailer film 1987