Crea sito
Dopo di Lei di Joyce Maynard

A cura di Silvia  (09/2015)
Voto: 


Quando ho visto il nome di Joyce Maynard sulla copertina di un Harlequin mi si è fermato un attimo il cuore. Fermi tutti, mi sono detta, ma è proprio lei? Quella Joyce Maynard? Quella di Da Morire e Labor Day? Sì, è lei, un'autrice che con questo titolo si conferma una vera maestra nel descrivere l'inquietudine e la bellezza della quotidianità. Ma soprattutto, con Dopo di Lei, racconta con un misto di forza e delicatezza cosa significhi avere tredici anni, un'età in cui la linea che separa la follia dal buon senso non è sottile, semplicemente non esiste.
A tredici anni sei la regina del mondo e anche se la tua vita non è come un film tu ti senti protagonista assoluta di qualcosa di unico e magico. Rachel non è più una bambina, ma non è nemmeno una donna. Adora sua sorella Patty, con cui condivide ogni momento e qualsiasi pensiero. Insieme corrono tra le montagne, mangiano burro d'arachidi sul cassone di un vecchio furgone abbandonato, spiano dalle finestre dei vicini i telefilm che non possono vedere a casa non avendo il televisore e si inventano storie assurde che le fanno sbellicare dalle risate. Stravedono per un padre che ai loro occhi è il principe della favole, bello come un attore di Hollywood, un vero eroe con una stella puntata sul petto pronto a difenderle da ogni pericolo; al contrario biasimano la madre, una depressa cronica che non ha saputo tenerselo stretto, attaccata ai libri, alle sigarette e ai pranzi precotti. Ma è così che funziona a tredici anni. Vedi solo quello che vuoi vedere, vuoi tutto o niente.

Quando delle giovani donne iniziano a morire tra quelle montagne che le hanno sempre protette, la vita di Rachel cambia. Suo padre, a cui viene affidato il caso, attira flash e obiettivi e indirettamente le luci si spostano anche su di lei. Quelle compagne che prima la ignoravano iniziano a parlarle, i ragazzi si accorgono improvvisamente della sua esistenza e in breve Rachel perde di vista quello che davvero la rendeva felice. Tutto per dei pomeriggi a pitturarsi le unghie e a farsi palpeggiare da Teddy Bascom.

È mentre muore l'ennesima donna che Rachel controlla a ogni ora del giorno se lo è diventata anche lei. È mentre ne viene assassinata un'altra che Patty scopre nel basket la sua vocazione. È mentre il killer del tramonto si muove indisturbato che le due sorelle crescono.

In un ambiente in cui la vita continua, anche se le porte vengono chiuse a chiave e i genitori tengono sotto controllo le proprie figlie, Rachel e Patty continuano a vivere di fantasie e immaginazione, perché non hanno subito i condizionamenti della televisione, e nemmeno limiti, divieti e "no". Il pericolo per loro non è tangibile, anzi, è quasi eccitante, ma soprattutto è il mezzo per riabilitare l'onore del padre che sembra collezionare fallimenti e inquietudini. 

Da tempo avevamo capito che la vita è piena di misteri, molti dei quali destinati a rimanere tali per sempre, a dispetto delle indagini più accurate.

Se vi aspettate un thriller, cambiate romanzo, non lo è. Dopo di Lei è la storia di due sorelle e della loro infanzia, fotografa il mondo visto attraverso gli occhi di Rachel, una ragazzina capace di scorgere nella più piccola cosa un universo carico di oscure e accecanti possibilità. Rachel vive una realtà fatta di infiniti strati che vanno ad assottigliarsi man mano che cresce finché non ne resterà uno solo, quello che la porterà a contatto con la verità. Allora addio ai colori, alla fantasia, alle favole e ai supereroi.

Un libro che è vita. Una vita che cambia a seconda del punto di vista da cui la si osserva e che ci apre le finestre di casa Torricelli. Spiateci dentro, ma mi raccomando, non fate troppo rumore.


  Commenti (0) 

Share


Titolo originale

after her

Casa Editrice 
Harlequin Mondadori, 09/2015

Traduzione
Luigi Bertolini

Genere
narrativa, drammatico

Pagine 378

Prezzo € 15,00