Crea sito
Un Oscuro Scrutare di Philip K. Dick

A cura di Anna Maria Pelella


Trama: Los Angeles 1994. Una droga nuova e pericolosa, la sostanza M, invade il mercato seminando morte e follia. Bob Arctor, un agente della narcotici, si infiltra tra i tossici per arrivare agli spacciatori e poi ai capi. Ma nel frattempo inizia a provare la sostanza M, e il suo concetto di realtà ne risulta un tantino distorto, Bob gira silenzioso tra i consumatori di sostanza M (come morte) e li spia. Va alla sede della narcotici con la sua bella tuta disindividuante, e là fa rapporto sul suo operato, nel frattempo spia sé stesso nel filmato ripreso dalle telecamere installate in casa sua.
Si guarda consumare droga e dormire con un'affascinante spacciatrice, forse un informatrice della polizia o un'agente essa stessa, chissà…

Sembra una trama semplice…ma la tuta disindividuante, la sostanza M e tanti piccoli dettagli ne fanno un manifesto originalissimo dell'idea che Dick aveva della fine delle illusioni dei figli dei fiori negli anni sessanta e dell'inizio delle paranoie politiche dei settanta.
Scritto nel 1977 ed ambientato in un futuro che espia le colpe tossiche degli anni sessanta, "Un Oscuro Scrutare" brilla al di sopra della sua produzione di quel periodo come una perla solitaria disconosciuta al suo stesso autore, che dovette svenderla per il solito anticipo ad un editore disattento quanto incauto, che per questo perdette il suo più prolifico autore.
Si tratta di un lavoro particolare e molto sottile, in cui la stanchezza per le intrusioni reali o fantasmatiche e la paranoia che queste hanno generato emerge ad ogni pagina, portando lentamente il lettore in una dimensione che molto deve all'idea di un mondo alternativo che la gioventù degli anni sessanta aveva coltivato.
Nel periodo in cui Dick scrisse questo libro, viveva a Berkley, nel campus universitario e sua moglie Kleo faceva parte di un collettivo studentesco sospettato di attività sovversiva, per questo la polizia andò a trovare Phil e gli chiese di spiare sua moglie.
Questo episodio deve aver colpito molto la sua fantasia, e stimolato non poco la sua latente paranoia. Stando alla biografia di Laurence Sutin Divine Invasioni, Dick aveva sviluppato una convinzione inattaccabile che gli agenti governativi gli aprissero la posta, e dal momento che il solo modo per un autore di liberarsi di una fantasia è quello di scriverne, ecco il risultato di questa bizzarra situazione.
In questo caso la fantasia si è arricchita di frammenti di realtà, la storia di Bob e dei suoi amici tossici è emblematica dell'idea che i ragazzi del periodo avevano circa l'uso della droga. Dick stesso ci dice "erano come bambini che giocano per strada… che per quanto possano vedere come ciascuno di loro rimanga travolto, ucciso, mutilato, annientato… non per questo smettono di giocare" e l'amore che trapela dalle pagine scritte supera di molto la sensazione di intrusione e la paranoia che le avevano ispirate.
Phil dedica questo libro ai suoi amici, sperimentatori di sogni e compagni di un'epoca ingenua, che credevano nel potere dell'amore e nel potenziale di allargamento della coscienza dato dalle droghe. Si tratta di un omaggio straziante e corale, un meraviglioso preludio a quella maturazione umana e professionale di Dick che ci regalerà il punto di arrivo della sua vita di cercatore, la trilogia di Valis.

Produzione USA 2006, colore 1h e 40'
Regia: Richard Linklater.
Cast: Keanu Reeves, Robert Downey Jr., Woody Harrelson, Winona Ryder, Rory Cochrane, Dameon Clarke, Marco Perella.

Trama (da filmup.it): La storia è ambientata in un futuro prossimo venturo, in California dove improvvisamente dilaga il consumo di una nuova droga, la Sostanza D. Fred è un agente della Narcotici che si infiltra nel giro dei consumatori per risalire a Bob Arctor, ritenuto dalle autorità il principale spacciatore della città. Fred indossa una speciale tuta che gli dà un'identità completamente nuova e distorta per mimetizzarsi in un gruppo di tossici, ma l'effetto combinato del dispositivo mimetico con l'uso prolungato della Sostanza D avrà un effetto collaterale imprevisto, portando ad un esito delle indagini che sarà devastante per la sua psiche...


 

Share


Titolo originale
a scanner darkly

Casa Editrice 
Fanucci, 2001

Traduzione
???

Genere
fantascienza

Pagine 349