Crea sito
Le Radici del Cielo di Tullio Avoledo

A cura di Silvia  (03/2012)
Voto: 


L'universo di Metro 2033 (a cui segue 2034) è il geniale frutto di Dmitry Glukhovsky e tale è stato il successo non solo da ispirare un videogioco, ma anche da suscitare nei lettori tante domande. Una in particolare. Metro 2003 è ambientato in Russia, quando il mondo è ormai alla deriva, devastato da una sorta di olocausto naturale. I pochi superstiti si nascondono in intricati sotterranei scavati nel sottosuolo perchè sopra, le radiazioni hanno dato vita a creature oltremodo pericolose e mostruose. Ma mentre Dmitry racconta il suo spaccato di storia, cosa sta succedendo nel resto del mondo? Ed è su questa domanda postagli infinite volte che l'autore ha deciso di lanciare una... non so nemmeno come definirla. Non è una sfida, nè tantomeno una provocazione. Ha semplicemente "offerto" ad altri autori il suo immaginifico mondo futuristico per poterci scrivere altre storie ambientate in altri Paesi.
Le Radici del Cielo di Tullio Avoledo è la risposta italiana.

Avoledo l'avevo conosciuto con L'Elenco Telefonico di Atlantide, un buon romanzo d'esordio, un thriller ironico e divertente in cui già traspariva un amore incondizionato per l'immaginifico. Con Le Radici del Cielo l'autore ha sicuramente potuto dare libero sfogo al suo estro. La storia che prende vita è di quelle che non lascia scampo al lettore, perchè nonostante alcuni passaggi un po' lenti (ma forse un pubblico maschile non li noterà nemmeno), si sente sempre il bisogno di arrivare all'epilogo. Un epilogo che mi ha lasciato soddisfatta e attonita allo stesso tempo.

Ma come spesso accade mi sono fatta trasportare dalle parole. Avoledo ha grandi doti descrittive, comunica con padronanza di linguaggio, sa creare tensione e sa come rilassare il lettore per poi affondare un nuovo colpo. Il grande merito di rendere questo romanzo non "la classica corsa verso la meta in cui vince il più forte" ce l'ha il protagonista. Un prete. Un uomo normale, armato solo della sua fede che non ha mai conosciuto gli sfarzi di Roma, ma che si porta nel cuore un coraggio e una forza invidiabili. Insieme a un gruppo di uomini che lo scorteranno, accuratamente scelti dal camerlengo Albani, Padre Jack Daniels (ebbene sì, si chiama come il wiskey ) dovrà partire dalla capitale e arrivare alla Serenissima.  Ma la missione ufficiale ne cela una ufficiosa e ben più importante: riportare il potere in mano alla Chiesa con l'elezione di un nuovo Pontefice.

Il percorso apparentemente irto di difficoltà, quasi mortale, in cui sembra che solo il più forte possa sopravvivere, presenta invece un colpo di scena finale che stravolge ogni certezza. Evidentemente niente è come sembra. Gli uomini nascondono lati mostruosi, le creature infernali che popolano la superficie forse sono meno disumane di quello che sembrano, e tutti questi passaggi tra i sotterranei e la terra fanno quasi male agli occhi. Si passa dal buio più pesto, alla luce più accecante, dal nero delle tenebre, al bianco della neve, dalla bramosia della morte, al bisogno di vivere.

Le Radici del Cielo è quindi un romanzo d'intrattenimento con diversi elementi horror e una puntatina sul paranormale, ma è anche riflessione. Padre Daniels saprà guidarci nei tortuosi sentieri della fede e tra le rovine di un mondo devastato e devastante, ma troverà quello che stava cercando? Ma soprattutto, quello che troverà, è quello che stava cercando?

Intervista a Tullio Avoledo (03/2012) 

Serie ufficiale
1. Metpo 2033 - Metro 2033
2. Metpo 2034 - Metro 2034
3. Metpo 2035 - di prossima pubblicazione

Spin off pubblicati in Italia
- Le Radici del Cielo di Tullio Avoledo (ambientato in Italia)
- Verso la Luce di Andrej Djakow (ambientato in Russia)
- Piter di Shimun Vrochek (ambientato in Russia)


Commenti (1) 
Share


Titolo originale

/

Casa Editrice 
Multiplayer.it, 2013

Genere
urban fantasy

Pagine 416
Prezzo € 11,90






prima edizione

Casa Editrice 
Multiplayer.it, 2011

Genere
urban fantasy

Pagine 416

Prezzo € 19,00