Crea sito
  Fanta Letture: AUTORI - RECENSIONI - CONSIGLI

 




HOME PAGE
...il piacere della lettura

 

BAY CITY di Richard K. Morgan
Titolo originale: Altered Carbon
Ed. NORD, 2004
A cura di Alan

Trama: Bay City è San Francisco, ma fra quattrocento anni. I pensieri, la coscienza e tutto quello che definisce un essere umano sono racchiusi in un semplice chip. Chi possiede denaro e ricchezze non muore mai, dato che è sufficiente far impiantare il proprio chip nel corpo di qualcun altro. Se si vìola la legge, si viene semplicemente "disattivati". In passato Takeshi Kovacs è stato un soldato, ma dopo essersi dato al crimine è stato disattivato. All'improvviso però si sveglia in un altro corpo: a riportarlo in vita è stato un uomo ricchissimo che ha bisogno del suo aiuto. Tra criminali disposti a tutto, sparatorie e tradimenti Takeshi si troverà invischiato in una vicenda torbida e pericolosa, in cui morire definitivamente è forse il male minore.

Ho scelto di recensire questo romanzo perché è del mio genere preferito (dopo quello altieriano ) e perché la fantascienza "dura" sta subendo una lunga e inesorabile flessione che vede latitare titoli che siano degni di essere letti (a tal proposito non posso che ammettere l'infima qualità degli ultimi Urania Mondadori).
Bene, fatta la premessa, passiamo al romanzo vero e proprio.
Richard Morgan è riuscito a riproporre le leggendarie ambientazioni alla Blade Runner in un thriller futuristico ad alta tensione. Subito dall'inizio, dalla prigione virtuale nel quale è rinchiuso Takeshi Kovacs, il protagonista, si respira aria di "futuro". Tecnologie avanzate, mega-città dove c'è di tutto e si può trovare di tutto... a patto di avere i soldi. Perché anche la morte è solo una questione di denaro... basta pagare per avere nel cassetto le copie di backup della nostra personalità e dei nostri ricordi compresse in un chip e, in qualche laboratorio del centro, un corpo artificiale già pronto nel quale entrare. Non ci sono limiti...
Ma non tutto, comunque, funziona alla perfezione. E l'oscuro omicidio di un pluri-centenario miliardario, riportato in vita immediatamente, ma incapace di ricordare quello che è successo gli attimi prima della sua "morte", costringe la polizia a "reintegrare" in un nuovo corpo l'Ex-Spedi Kovacs, soldato potenziato geneticamente, addestrato oltre i limiti umani al combattimento e... alla caccia.
E da qui il romanzo si dipana come un classico thriller riadattato al lontano futuro, con sfolgoranti intermezzi d'azione dovuti soprattutto alle straordinarie capacità del protagonista.
Bay City si legge d'un fiato nonostante la pesante presenza fantascientifica, Richard Morgan ha il potere di rendere tutto alla portata di qualunque lettore, un pregio che forse in parte manca al "visionario" William Gibson, capostipite del genere. La fine arriverà molto velocemente e, con un po' di malinconia, chiuderete il libro sognando qualche altra mirabile azione di Takeshi Kovacs, un personaggio cool cupissimo che può quasi competere con il Russell Kane di Altieri.
Un obbligo per gli appassionati, come me, del genere. Per tutti gli altri è un ottimo modo per leggere ancora qualcosa di buono in un settore in perenne declino.

HANNO DETTO
"In questo esaltante romanzo, Morgan ti fa immaginare il XXV secolo colorato di noir."
The New York Times

CURIOSITA'
- Sicuramente, presto o tardi, vedremo il film tratto da "Bay City", visto che Joel Silver (il produttore di Matrix) ne ha acquistato i diritti cinematografici!

- Il New York Times ha inserito Bay City tra i migliori romanzi scritti nel 2003.


torna alla pagina precedente

Avventura :: Classici :: Horror :: Narrativa :: Ragazzi :: Rosa :: Thriller
Questo sito non è a scopo di lucro, ma ha il solo fine di promuovere titoli e autori; le immagini utilizzate sono © dei rispettivi proprietari e/o case editrici, così come i commenti e le recensioni, che sono opinioni personali e non possono essere in alcun modo riprodotti, salvo richiesta al legittimo proprietario. Il copyright del logo lo trovi QUI.