Crea sito
  I Classici: AUTORI - RECENSIONI - CONSIGLI

 






RAGIONE E SENTIMENTO di Jane Austen
Titolo originale: Sense and Sensibility
Pubblicato nel 1811
A cura di Laura

"La cristallina precisione dello stile, la struttura equilibrata delle frasi e dei paragrafi, il quieto abile ordine in cui si succedono dialoghi e avvenimenti sono già quelli delle opere maggiori."

Daiches

La prima stesura del romanzo, risalente al 1795, era in forma epistolare e aveva il titolo di "Elinor and Marianne". E' stato il primo romanzo della scrittrice inglese ad essere pubblicato nel 1811 e fu subito un successo, tanto da essere tradotto in francese quando l'autrice era ancora in vita. Il titolo gioca sulla contrapposizione del carattere delle due sorelle protagoniste.
Le protagoniste di questo romanzo sono due sorelle, Elinor e Marianne, diverse l'una dall'altra. La maggiore, Elinor, rappresenta il decoro, il riserbo, la moderazione, la discrezione e la razionalità, mentre, Marianne, rappresenta la passione, l'ardore giovanile e la vivacità intellettuale. Alla morte del padre le due sorelle, insieme alla madre e alla sorella minore, Margaret, sono costrette a lasciare la loro casa, ereditata, secondo la legge vigente all'epoca, dal fratellastro John (nato dal primo matrimonio del padre). Egli, influenzato dalla moglie Fanny Ferrars, si convince che la matrigna e le sorellastre meritino solo 500 sterline l'anno e il tempo di cercarsi una nuova sistemazione il più presto possibile.
Grazie ad un lontano cugino della madre, Sir John Middleton, a sua moglie e sua suocera, mrs Jennings, riescono a trovare un alloggio.
Prima di lasciare la casa paterna, Mrs Dashwood e le figlie fanno la conoscenza di Edward, fratello di Fanny. Tra Elinor ed Edward nasce una profonda amicizia che viene ostacolata da Fanny, che ricorda al fratello di dover sposare una donna del suo rango o verrà diseredato.
Arrivate a Barton Cottage, Marianne viene corteggiata dal ricco colonnello Brandon, amico di Sir John, un uomo gradevole e gentile, ma che lei considera uno scapolo incallito, anziano e infermo, incapace di innamorarsi di qualcuno o di ispirare amore a qualcuno.
Durante una passeggiata nella campagna circostante, Marianne e sua sorella minore vengono sorprese dalla pioggia. Nel tentativo di tornare a casa, Marianne scivola sull'erba bagnata e si sloga una caviglia. Viene soccorsa da John Willoughby, un aitante e attraente giovanotto di passaggio. Mentre la trasporta verso casa, Marianne riamane affascinata dal comportamento galante del giovane.
Dopo l'incidente, Willoughby e Marianne si vedono tutti i giorni diventando molto intimi, tanto da fa sospettare che i due siano segretamente fidanzati. Improvvisamente il giovane parte per Londra lasciando Marianne incredula e disperata.
Nel frattempo la cerchia di amici si allarga, le sorelle Dashwood conoscono le sorelle Steele, giovani e schiocche borghesi cugine di Lady Middleton.
Lucy Steele rivela ad Elinor che è segretamente fidanzata da 5 anni con Edward Ferrars.
Mrs Jennings invita le sorelle Dashwood e Lucy Steele a trascorrere un periodo di vacanza a Londra. Marainne è entusiasta perché spera di incontrare Willoughby ma scoprirà che…

Il romanzo viene considerato il meno perfetto di tutti forse perché, per mancanza di tempo, non è stato riscritto e ripensato come gli altri suoi romanzi. Lettura piacevole, mai noiosa, a tratti intensa e avvincente, qualche volta commovente.
E' stato il secondo romanzo che ho letto dell'autrice inglese. L'ho trovato per caso in libreria e conoscendo il suo stile (avevo già letto orgoglio e pregiudizio e ne sono rimasta affascinata) l'ho acquistato ad occhi chiusi, in quanto non conoscevo minimamente la trama.
Tipico romanzo austeniano dove si svolgono temi ricorrenti così cari alla scrittrice inglese: l'analisi minuziosa della società, e quello del matrimonio attraverso le storie parallele, con analogie e differenze, delle due sorelle.
Jane Austen è una narratrice esemplare nell'uso dei dialoghi che sono sempre fondamentali nei suoi romanzi, anche se in questo caso sono meno brillanti del solito, ma ci sono alcune scene molto carine e coinvolgenti, e se fossero state di più il libro sarebbe più gradevole e brioso.
Il romanzo, ricco di intrecci e colpi di scena, è pieno del solito sottile umorismo della "zia" Jane ma l'ironia è meno pungente rispetto al solito. Incantevole la descrizione minuziosa dei personaggi che spazia dal più ridicolo al più divertente, fino ad arrivare ai più profondi e complessi, che rendono questo libro gradevole e coinvolgente.
Le due sorelle sono diversissime tra di loro e mi sono piaciute entrambe nei loro pregi e difetti. Elinor può sembrare un abbozzo della magnifica Elisabeth Bennet del futuro "Orgoglio e pregiudizio", pacata, discreta, razionale, perfino quando vede tramontare i suoi sogni d'amore a causa del fidanzamento segreto tra Lucy Steele e l'uomo che lei ama . Alla fine del romanzo anche lei proverà l'ardore della passione e del dolore.
Marianne è forse il personaggio che riamane più impresso; è impulsiva, incosciente e romantica, talmente romantica che si ammala per amore, ma alla fine anche lei rivedrà i suoi sentimenti e diverrà modesta e realista. E' il personaggio più frizzante, autentico e passionale, una delle figure più originali fra i romanzi di Jane Austen, ed è proprio grazie a Marianne che Ragione e Sentimento, dopo due secoli, è uno dei romanzi romantici per eccellenza.

Pagella
Trama: 9
Personaggi: 9
Scrittura: 8
Contenuti: 8
Scorrevolezza: 7,5
Valore artistico: 8
----------------------
Globale: 7
----------------------

Estratto

(© Ragione e sentimento ed. Fabbri editori pag. 46-47)

Si lanciarono. Marianne dapprima era in vantaggio, ma tutto a un tratto un passo falso l'abbatté al suolo, e Margaret, incapace di fermarsi per assisterla, fu trascinata giù involontariamente, e giunse sana e salva.
Un gentiluomo con un fucile e due pointers che gli saltavano intorno, saliva su per la collina a pochi metri da Marianne, al momento dell'incidente. Egli depose il fucile e corse ad aiutarla. Ella si era già alzata, ma nella caduta si era slogata una caviglia e non poteva stare in piedi. Il signore le offrì i suoi servigi, e visto che la modestia di lei rifiutava quello che la situazione rendeva necessario, la prese senz'altro fra le braccia e la portò giù per la collina. Quindi, varcando il cancello lasciato aperto da Margaret, la introdusse in casa dove la sorella era appena entrata, e non abbandonò il suo fardello finché non l'ebbe deposto su una poltrona del salotto.
Al loro ingresso, Elinor e sua madre balzarono in piedi stupefatte, e poiché fissavano entrambe gli occhi su di lui con evidente meraviglia e nascosta ammirazione, egli si scusò di presentarsi così, spiegandone la causa in modo così franco e così simpatico che la sua persona, eccezionalmente bella e prestante, ricevette un sovrappiù di fascino dalla voce e dall'espressione. Anche se fosse stato un vecchio, brutto e volgare, non gli sarebbero mancate la gratitudine e la gentilezza della signora Dashwood per qualunque cortesia rivolta alla sua figliola; ma l'influenza della gioventù, dell'avvenenza e dell'eleganza dava all'atto compiuto un interesse che le andava dritto al cuore.

Mini Serie TV


Sense & Sensibility

G.B. BBC 2008
Regia: John Alexander
Puntate: 3
Durata: 3h

Cast
Hattie Morahan - Elinor Dashwood
Charity Wakefield - Marianne Dashwood
Dominic Cooper - John Willoughby
Janet McTeer - Mrs. Dashwood
Dan Stevens - Edward Ferrars
Davis Morrissey - Colonel Brandon




FILM


Ragione e Sentimento

Gran Bretagna, 1995
Durata: 2h e 15'
Regia: Ang Lee
Fotografia: Michael Coulter
Musica: Patrick Doyle
Montaggio: Tim Squyres
Sceneggiatura: Emma Thompson

Cast
Emma Thompson - Elinor Dashwood
Kate Winslet - Marianne Dashwood
Hugh Grant - Edward Ferrars
Alan Rickman - Colonel Brandon
Greg Wise - John Willoughby
Gemma Jones - Mrs. Dashwood




video

Mini Serie TV


Sense & Sensibility

G.B. BBC 1981
Regia: Rodney Bennett
Puntate: 7
Durata: 2h e 54'

Cast
Irene Richards - Elinor Dashwood
Tracey Childs - Marianne Dashwood
Bosco Hogan - Edward Ferrars
Robert Swann - Colonel Brandon
Diana Fairfax - Mrs. Dashwood
Peter Woodward - John Willoughby

Mini Serie TV


Sense & Sensibility

G.B. BBC 1971
Regia: David Giles
Puntate: 4
Durata: 3h e 20'

Cast
Joanna David - Elinor Dashwood
Ciaran Madden - Marianne Dashwood
Robin Ellis - Edward Ferrars
Richard Owens - Colonel Brandon
Isabel Dean - Mrs. Dashwood
Clive Francis - John Willoughby

 

 

| torna alla pagina precedente |

Questo sito non è a scopo di lucro, ma ha il solo fine di promuovere titoli e autori; le immagini utilizzate sono © dei rispettivi proprietari e/o case editrici, così come i commenti e le recensioni, che sono opinioni personali e non possono essere in alcun modo riprodotti, salvo richiesta al legittimo proprietario. Il copyright del logo lo trovi QUI.